Assistenza sanitaria all’estero e diritti di rimborso: una direttiva dell’Unione Europea e una guida di Eurordis

Nel 2011 l’Unione Europea ha adottato una Direttiva sul Diritto dei Malati all’Assistenza Sanitaria Transfrontaliera, con l’obiettivo principale di aiutare i cittadini dell’Unione Europea che rivolgono a strutture sanitarie al di fuori del proprio Paese ad ottenere il rimborso delle cure.

Per aiutare i pazienti di malattie rare a beneficiare dei diritti previsti dalla Direttiva europea, la federazione Eurordis ha redatto una guida all’uso della Direttiva che contiene le risposte alle domande più frequenti e “presenta in maniera semplice tutte le norme da osservare quando si renda necessario esercitare il diritto all’assistenza sanitaria transfrontaliera. Gli argomenti comprendono il livello di rimborso, la necessità di pagamento anticipato, l’obbligo di un’autorizzazione preventiva e le possibili cause di un rifiuto.
Il documento risponde alle domande più frequenti dei pazienti, dall’ottenimento del rimborso di spese di viaggio e alloggio alle indicazioni per trovare informazioni sulle cure stesse”.

La guida è consultabile on line (in inglese) all'indirizzo http://e-news.s3.amazonaws.com/Q%26A_cross_border_care_final-1.pdf

Per maggiori informazioni rimandiamo al recente articolo apparso sull’Osservatorio delle Malattie rare, da cui abbiamo tratto la descrizione sopra riportata (vedi).